Val di Fassa | Trentino Alto Adige

8-10 GIUGNO 2018

Una 3 giorni nel cuore delle Dolomiti, patrimonio
mondiale dell’UNESCO.
Trail e scenari da favola immersi in una delle
valli più belle del Trentino, tra boschi, rifugi, panorami
e vivaci paesi ricchi di storia e tradizione

pozza-di-fassa-estate

I^ GIORNO


Anello Pera-Pozza-Vigo
10 km | D+ 500m

Trasferimento a Pera di Fassa in pullman da Reggio Emilia.
Dopo il pranzo libero, è prevista la prima facile uscita sull’anello di Pera-Pozza-Vigo di Fassa.
Cena e pernottamento all’hotel Villa Margherita a Pera di Fassa.

II^ GIORNO


Rifugi Ciampedie e Gardeccia
15 km | D+ 1.500m

Itinerario suggestivo che da Pera conduce attraverso un bellissimo sentiero fino al belvedere del Ciampedie (vicino all’omonimo Rifugio) a quota 2.000mt da cui godere di una vista insuperabile sulla catena del Catinaccio, Sella, Sassolungo, Torri del Vajolet, Latemar e Marmolada. Successivamente si imbocca il facile “sentiero della foresta” che dopo pochi km, porta al rifugio Gardeccia (1,948m) per fare ritorno a Pera su comodo sentiero. Pranzo libero a Pera. Pomeriggio visita a Campitello e Canazei per un aperitivo di relax e shopping. Spostamento con mezzi pubblici. Cena e pernottamento in hotel.

III^GIORNO


Rifugio Buffaure
15 km | D+ 1.100m

Salita al rif. Buffaure a quota 2.000m dalla Val Jumela su sentiero di media difficoltà. Da lì si scende fino a Pozza da cui si imbocca il comodo sterrato ciclabile che riporta a Pera. Pranzo libero e nel tardo pomeriggio rientro a Reggio Emilia con pullman.

Il Viaggio comprende

Trasferimento A/R Reggio Emilia – Pera di Fassa in pullman. 2 notti in Mezza Pensione presso Hotel Villa Margherita. Assicurazione medica. Fascia multiuso tubolare del nostro sponsor Rock Experience e una guida ai trail affrontati durante il soggiorno.

PREZZI
  • Camera DOPPIA: 225,00€
  • Camera SINGOLA: 255,00€

Caparra 100,00€ a persona, saldo 15 giorni prima della partenza

Cancellazione: 90,00 € in caso di rinuncia al viaggio a meno di 15 giorni dalla partenza

PAGAMENTO

A scelta tra:

  1. Contanti, Bancomat o Carta di Credito presso gli uffici UISP (clicca qui per indirizzo e orari di apertura).
  2. Bonifico bancario compilandolo come segue:
  • Intestato a: UISP Comitato Territoriale di Reggio Emilia
  • IBAN: IT 56 I 05387 12800 0000009484431
    (BANCA POPOLARE DELL’EMILIA ROMAGNA Sede Via Matteotti, 1 -RE-)
  • Causale: Iscrizione Running Camp Val di Fassa (Trentino Alto Adige) – 08-10/06/18 – Nome e Cognome – N° tessera UISP [come inserito nel form di iscrizione qui sotto]

ISCRIVITI

DATI DEL SOCIO
DESTINAZIONE E PAGAMENTO

Richieste particolari: potete indicare per esempio una tipologia di camera specifica (singola o doppia), un nominativo per la condivisione della stanza, intolleranzi alimentari...

PER ACCETAZIONE

Il programma contenente l’indicazione dei diversi servizi offerti in piena conformità alla CCV e alla direttiva CEE n°. 314 del 13/06/1990 nonché alla relativa legislazione di recepimento, è riportato sopra il modulo di iscrizione e ne costituisce parte integrante. Il contratto è disciplinato dalle condizioni generali riprodotte sotto nonché dalle clausole particolari appresso riportate di cui il socio dichiara, con la sottoscrizione per accettazione del presente modulo, di avere acquisito piena conoscenza e delle quali si impegna a rendere edotti i nominativi sopra indicati.





CONDIZIONI GENERALI DEI PACCHETTI TURISTICI

PREMESSA. NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO.
In base all’art. 2 c. 1 DL n°. 111 del 17/03/95 di attuazione della Direttiva 90/314/CEE, i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi; le vacanze ed i circuiti “tutto compreso”, risultati della prefissata combinazione di almeno due degli elementi di seguito indicati, venduti od offerti in vendita ad un prezzo forfettario, e di durata superiore alle 24 ore, ovvero estendentisi per un periodo di tempo comprendete almeno una notte: a) trasporto; b) alloggio; c) servizi turistici, non accessori al trasporto o all’alloggio, che costituiscono parte significativa “del pacchetto turistico”.
1) Normativa applicabile – Il contratto di cui ai programmi di qui pubblicati, avente ad oggetto l’offerta di un pacchetto turistico, si intende regolato, oltre che dalle presenti condizioni generali, anche dalle clausole, indicate nella documentazione di viaggio consegnata al socio: detto contratto, sia che abbia ad oggetto servizi da fornire in territorio nazionale che estero, sarà altresì disciplinato dalla L. 27/12/1977 n°. 1084 di ratifica ed esecuzione della convenzione Internazionale relativa al contratto di viaggio (CCV) firmata a Bruxelles il 23/04/1970, nonché dal sovra citato D.L. n°. 111/95. I contratti concernenti l’offerta di uno solo degli elementi indicati in premessa non saranno disciplinati dalle presenti condizioni.
2) Prenotazioni – Le prenotazioni si ricevono presso l’Organizzazione. La domanda di prenotazione dovrà essere redatta su apposito modulo, compilata in ogni sua parte e sottoscritta. L'accettazione delle prenotazioni è subordinata alla disponibilità dei posti e si intende perfezionata, con conseguente conclusione del contratto, solo al momento della conferma scritta da parte dell’Organizzazione. Detta conferma verrà data dall’Organizzatore direttamente.
3) Pagamenti- All’atto della prenotazione dovrà essere versata l’intera quota di iscrizione, quando prevista, e un acconto pari al 25% (venticinque per cento) della quota di partecipazione, mentre il saldo della stessa dovrà essere effettuato almeno 30 (trenta) giorni prima della partenza. Qualora, invece le prenotazioni siano richieste nei 30 (trenta) giorni precedenti la partenza, il prezzo globale del viaggio, compresa la quota d’iscrizione, dovrà essere versato in un’unica soluzione. La mancata effettuazione dei pagamenti di cui sopra alle date stabilite costituisce clausola risolutiva espressa dal contratto, tale da determinarne la risoluzione, fatto salvo il risarcimento degli ulteriori danni subiti dall’Organizzatore.
4) Modifiche richieste dal consumatore – Le modifiche, a prenotazioni già accettate, obbligano l’Organizzatore soltanto e nei limiti in cui possono essere soddisfatte. In ogni caso la richiesta di modifiche comporta l’addebito al consumatore delle maggiori spese sostenute e il risarcimento da parte sua degli eventuali danni.
5) Modifiche del pacchetto turistico – I prezzi indicati nel contratto possono essere aumentati soltanto in seguito a variazioni di: costi di trasporto, incluso il costo del carburante; - diritti e tasse su alcune tipologie di servizi turistici quali imposte, tasse di atterraggio, di sbarco o di imbarco nei porti e negli aeroporti; - tassi di cambio applicati al pacchetto. Le variazioni verranno accertate in riferimento ai parametri di cui al precedente comma sulla base del corso dei cambi del costo dei servizi vigenti alla data della conclusione del contratto. I prezzi non possono comunque essere modificati nei 20 (venti) giorni antecedenti il giorno fissato per la partenza. In ogni caso, qualora prima della partenza l’Organizzazione sia costretta a modificare in maniera significativa un elemento essenziale del contratto, quale il prezzo, egli è tenuto a darne tempestiva comunicazione al consumatore. A tali fini si considera significativa una modifica del prezzo superiore al 10% (dieci per cento) del medesimo. Il consumatore che riceva una comunicazione modificativa di un elemento essenziale avrà la facoltà di recedere dal contratto, senza corrispondere alcunché, ovvero di accettare la modifica, che diverrà parte del contratto con la esatta individuazione delle variazioni e dell’incidenza delle stesse sul prezzo. Il consumatore dovrà dare comunicazione della propria decisione all'Organizzatore o al venditore entro 2 (due) giorni lavorativi (per tali intendendosi quelli in cui l’Organizzatore e il Venditore hanno rispettivamente aperto i propri uffici) da quando è venuto a conoscenza della modifica. In assenza di comunicazione da parte del consumatore, la modifica si intenderà accettata. Qualora, dopo la partenza, l’Organizzatore non possa fornire una parte essenziale dei servizi contemplati in contratto, lo stesso deve predisporre soluzioni alternative, senza supplementi di prezzo a carico del consumatore e, qualora le prestazioni fornite siano di valore inferiore rispetto a quelle previste, risarcire il consumatore in misura pari a tale differenza. Qualora non risulti possibile alcuna soluzione alternativa, ovvero la soluzione predisposta dall’Organizzatore venga rifiutata dal consumatore per rilevanti e dimostrate ragioni, l’Organizzatore deve fornire, senza supplemento di prezzo, un mezzo di trasporto equivalente a quello originario previsto per il ritorno al luogo di partenza o al diverso luogo eventualmente pattuito soltanto se tale soluzione sia oggettivamente indispensabile e materialmente possibile.
6) Recesso del consumatore – Il consumatore può recedere dal contratto, senza corrispondere alcunché, soltanto allorché gli venga comunicata la modifica di un elemento essenziale, ai sensi del precedente art. 5°; nel qual caso, ove eserciti il recesso, ha diritto, in via alternativa, ad usufruire di un altro pacchetto turistico, ovvero al solo rimborso della parte del prezzo già corrisposta al momento del recesso. In ogni caso il consumatore è sempre tenuto al pagamento della quota di iscrizione. Ove il consumatore decida di usufruire di un altro pacchetto turistico, tale pacchetto dovrà essere di importo non inferiore a quello originariamente previsto. Se l’Organizzatore o, per suo conto, il Venditore, non sono in grado di proporre un pacchetto di importo equivalente o superiore, il consumatore ha diritto ad essere rimborsato della differenza. Al consumatore che recede dal contratto per casi diversi da quelli previsti nei precedenti commi del presente articolo, saranno addebitate la quota di iscrizione, se prevista, nonché, a titolo di corrispettivo per il recesso, le somme qui di seguito indicate: 10% della quota di partecipazione sino a 31 giorni di calendario prima della partenza; -25% della quota di partecipazione da 20 a 21 giorni di calendario prima della partenza; - 50% della quota di partecipazione da 20 a 11 giorni di calendario prima della partenza; - 75% della quota di partecipazione da 10 giorni di calendario a 3 giorni di calendario prima della partenza; - nessun rimborso dopo tali termini.
7) Sostituzioni – Il cliente rinunciatario può farsi sostituire da altra persona, sempre che: a) l’Organizzatore ne sia informato per iscritto entro 4 giorni lavorativi prima della data fissata per la partenza, ricevendo contestualmente comunicazione circa le generalità del cessionario; b) non vi ostino ragioni attinenti al passaporto, ai visti, ai certificati sanitari, alla sistemazione alberghiera, ai servizi di trasporto o comunque tali da rendere impossibile la fruizione del pacchetto da parte di persona diversa dal cliente rinunciatario; c) il soggetto che subentra tenga indenne l’Organizzatore di tutte le spese affrontate e dei danni subiti a causa della avvenuta sostituzione nella misura forfettaria di Euro 25 (venticinque). In ogni caso, al cliente rinunciatario sarà addebitata la quota di iscrizione. Egli sarà inoltre solidalmente responsabile con il cessionario per il pagamento del saldo del prezzo nonché degli importi di cui alla lettera c) del presente articolo.
8) Mancata esecuzione – Se prima della partenza l’Organizzatore per qualsiasi ragione, tranne un fatto proprio del consumatore, comunica la impossibilità di effettuare le prestazioni oggetto del pacchetto, si applicano le previsioni del precedente art. 6. L’organizzatore può annullare il contratto quando non sia stato raggiunto il numero minimo di partecipanti previsto nel programma e sempre che ciò sia portato a conoscenza dei partecipanti 20 (venti) giorni prima della data in cui i servizi turistici avrebbero dovuto avere inizio. In tal caso, così come nell’ipotesi del recesso di cui al precedente art. 6, l’Organizzatore sarà tenuto al solo rimborso delle somme percepite entro 7 giorni lavorativi dal momento del recesso o dalla cancellazione, escluso ogni ulteriore rimborso.
9) Obblighi dei partecipanti – I partecipanti dovranno essere muniti di passaporto individuale o di altro documento valido per tutti i paesi toccati dall’itinerario, nonché dei visti di soggiorno e di transito e dei certificati sanitari che fossero eventualmente richiesti. Essi inoltre dovranno attenersi all’osservanza delle regole di normale prudenza e diligenza, a tutte le informazioni amministrative o legislative relative al pacchetto turistico. I partecipanti saranno chiamati a rispondere di tutti i danni che l’Organizzatore dovesse subire a causa della loro inadempienza alle sovra esaminate obbligazioni. Il consumatore è tenuto a fornire all’Organizzatore tutti i documenti, le informazioni e gli elementi del danno. Il consumatore è responsabile verso l’Organizzatore del pregiudizio arrecato al diritto di surrogazione. Il consumatore comunicherà altresì per iscritto all’Organizzatore, all’atto della prenotazione, quei particolari desiderati che potranno eventualmente formare oggetto di accordi specifici sulle modalità del viaggio, sempre che ne risulti possibile l’attuazione.
10) Classificazione alberghiera – La sistemazione alberghiera, in assenza di classificazioni ufficiali riconosciute dalle componenti pubbliche Autorità dei Paesi anche membri dell’Unione Europea cui il relativo servizio si riferisce, è stabilita dall’Organizzatore in base a propri criteri di valutazione dei requisiti di idoneità. La classificazione degli alberghi stabilita dall’Organizzatore in base ai suoi criteri di valutazione dei requisiti di idoneità può non corrispondere, in alcuni casi, alla classificazione fatta dalle competenti Autorità, dagli Enti Turistici Governativi o dagli alberghi stessi. Per quei Paesi dove esista una classifica ufficiale, la stessa può comunque essere riportata in una tabella comparativa nelle pagine dei programmi di viaggio o accanto al testo descrittivo dell’albergo. Nel caso in cui i servizi alberghieri siano di tipologia e quella diversa da quella oggetto del contratto, il consumatore avrà il diritto esclusivamente al proporzionale rimborso degli eventuali maggiori importi versati.
11) Responsabilità dell’Organizzatore – L’Organizzatore risponde dei danni arrecati al consumatore a motivo dell’inadempimento totale o parziale dalle prestazioni contrattualmente dovute, sia che le stesse vengano effettuate da lui personalmente, che da terzi fornitori dei servizi, a meno che provi che l’evento è derivato da fatto del consumatore (ivi comprese iniziative autonomamente assunte da quest’ultimo nel corso dell’esecuzione dei servizi turistici) o da quello estraneo alla fornitura delle prestazioni previste in contratto, da caso fortuito, da forse maggiore, ovvero da circostanze che lo stesso Organizzatore non poteva, secondo la diligenza professionale, ragionevolmente prevedere o risolvere.
12) Limiti del risarcimento – Il risarcimento dovuto dall’Organizzatore non può in ogni caso essere superiore alle indennità risarcitorie previste dalle convenzioni internazionali in riferimento alle prestazioni il cui inadempimento ne ha determinato la responsabilità, sia a titolo contrattuale che extracontrattuale e precisamente: la Convenzione di Varsavia del 1929 sul trasporto aereo internazionale nel testo modificato all’Aja nel 1955; la Convenzione di Berna (CIV) sul trasporto ferroviario; la Convenzione di Parigi del 1962 sulla responsabilità degli albergatori, nel testo di cui agli artt. 1783 e ss. Cod. civ; la convenzione di Bruxelles del 1970 (CCV) sulla responsabilità dell’Organizzatore. Qualora il testo originario delle predette convenzioni avesse a subire emendamenti o nuove convenzioni internazionali concernenti le prestazioni oggetto del pacchetto turistico entrassero in vigore, si applicheranno i limiti risarcitori previsti dalle fonti di diritto uniforme vigenti al momento del verificarsi dell’evento dannoso.
13) Obbligo di assistenza – L’Organizzatore è tenuto a presentare al consumatore le misure di assistenza imposte dal criterio di diligenza professionale esclusivamente in riferimento agli obblighi a proprio carico per disposizione di legge o di contratto. Non è responsabile nei confronti del consumatore per l’inadempimento da parte del Venditore degli obblighi a carico di quest’ultimo.
14) Reclami e denunce – Il consumatore, a pena di decadenza, deve denunciare per iscritto, sotto forma di reclamo, all’Organizzatore le difformità ed i vizi del pacchetto turistico, nonché le inadempienze nella sua organizzazione o realizzazione, all’atto stesso del loro verificarsi o, se non immediatamente riconoscibili, entro 10 (dieci) giorni dalla data del previsto rientro presso la località di partenza. La denuncia non è necessaria se l’Organizzatore, personalmente e a mezzo esclusivo dei suoi dipendenti, ha riconosciuto l’esistenza della difformità, del vizio o delle inadempienze. Qualora i reclami siano presentati nel luogo di esecuzione delle prestazioni turistiche, l’Organizzatore, anche a mezzo dei suoi collaboratori in loco, deve prestare al consumatore l’assistenza richiesta dal precedente art. 13 al fine di ricercare una pronta ed equa soluzione. Analogamente dovrà provvedere l’Organizzatore, anche nel caso di reclamo presentato al termine dei servizi, garantendo in ogni caso una sollecita risposta alle richieste del consumatore. Il Consumatore decade dal diritto di chiedere all’Organizzatore il risarcimento degli eventuali danni per perdite di denari, oggetti di rilevante valore economico e titoli di ogni genere qualora non abbia denunciato per iscritto detti beni all’Organizzatore prima dell’inizio del viaggio e, conseguentemente, non li abbia assicurati.
15) Responsabilità dei vettori – I vettori sono responsabili nei confronti dei consumatori limitatamente alla durate del trasporto con i loro mezzi, in conformità a quanto da essi previsto nelle proprie condizioni di trasporto. I programmi sono pubblicati dietro la sola responsabilità dell’Organizzatore. Non sono quindi pubblicati per conto dei vettori i cui servizi vengono impiegati durante il viaggio, né quindi li impegnano.
16) Sostituzione dei vettori e di imprese alberghiere – E’ riconosciuta all’Organizzatore la facoltà di sostituire i vettori aerei e gli alberghi previsti con altri di analoghe caratteristiche, nel caso che ciò si rendesse necessario per motivi operativi o per altra ragionevole causa.
17) Foro Competente – Per ogni controversia dipendente dal presente contratto sarà competente esclusivamente il Foro di Reggio Emilia.
18) Assicurazioni contro le spese di annullamento e di rimpatrio – Prima della partenza è possibile, anzi consigliabile, stipulare presso gli uffici dell’Organizzatore o del Venditore una speciale polizza assicurativa contro le spese derivanti dall’annullamento del viaggio, infortuni e bagagli. Sarà altresì possibile stipulare il contratto di assistenza che copra le spese di rimpatrio in caso di incidenti e malattie. I relativi importi non sono compresi nel costo del viaggio.
19) Garanzia assicurativa – Polizza UNIPOL R.C. n°.4104647A Polizza Assistenza alla persona e bagaglio UNIPOL n° 150322195
Comunicazione del programma di viaggio effettuata alla Provincia di Reggio Emilia ai sensi dell’art. 12 L.R. 23/1997 e successive modifiche ed integrazioni.

X